QUANTO SPENDERE PER LE SCARPE? SCOPRI LE 4 CATEGORIE POSSIBILI E QUALE E’ QUELLA CHE TI FA RISPARMIARE PUR DANDOTI LA MIGLIOR RESA A PATTO CHE TI RIVOLGI ALLA PERSONA GIUSTA

QUANTO SPENDERE PER LE SCARPE? SCOPRI LE 4 CATEGORIE POSSIBILI E QUALE E’ QUELLA CHE TI FA RISPARMIARE PUR DANDOTI LA MIGLIOR RESA A PATTO CHE TI RIVOLGI ALLA PERSONA GIUSTA

aprile 29, 2017 0 Di Antonio Nuca

Quanto spendere per le scarpe?…

Una delle domande che una persona arrivato il momento di cambiare le scarpe spesso si pone (e mi pone) è quella relativa al prezzo di un paio di scarpe. Tutti vorrebbero spendere il giusto. Investire bene i propri sudati soldi.

Solo che non è ben chiara l’asticella di quanto conviene spendere, quale è il limite sotto il quale non bisogna andare e quello da non superare quando si tratta di comprare un paio di scarpe.

 

In questo post allora ho cercato di riassumere quello che offre il mercato.

Naturalmente essendoci produttori di ogni genere, e scarpe di ogni prezzo (dai 10 ai 1000 euro) è difficile generalizzare.

Certamente ci possono essere delle eccezioni rispetto alle categorie che nell’articolo ti illustro. Ma in linea di tendenza, in tutti questi anni di lavoro ho incontrato le 4 categorie che andiamo adesso a vedere.

Quindi, non venirmi poi a dire che tuo zio ha un laboratorio artigianale di lusso e vende le scarpe a 80 euro, perché anche se fosse vero, sarebbe un’eccezione e non quello che si può trovare sul mercato.

Altro aspetto molto importante che ho considerato sono i parametri di valutazione.

Ho tenuto cioè conto di:

  • Materiali con cui è fatta la scarpa
  • Calzata e quindi forma anatomica sulla quale è costruita
  • Salubrità della scarpa a seconda della provenienza
  • Design, stile, raffinatezza, importanza che restituisce

 

Allora, fatte le doverose premesse andiamo a vedere le diverse soluzioni, cioè quanto spendere per le scarpe.

SCARPE DI FASCIA ECONOMICA

Cominciamo a vedere le soluzioni economiche, ricordando che non si intende in nessun modo dare giudizi su qualunque scelta decidi di fare. Ripeto, è un punto di vista di chi ne ha viste tante ma non detiene la verità assoluta.

 

Dicevo, di iniziare dalle scarpe economiche.

Per economiche intendo scarpe (o sandali) che vanno dai 10  ai 90 euro circa

Oggi questa è la tipologia di scarpe numericamente più diffusa. Basta frequentare un mercato, un centro commerciale o sempre più spesso anche il centro di grandi città e si vedono vetrine cariche di questi prodotti.

Iniziamo col dire che dal punto di vista del design sono tutti articoli che scimmiottano quelli di fascia superiore con accessori più poveri (a volte le borchie e le pietre applicate sembrano quelle dei giocattoli dei bimbi) con pellami (anzi, spesso con finti pellami) dall’aria moribonda… con tacchi spropositati montati su delle forme con le quali reggersi in piedi è già un miracolo.

Una tendenza sempre più marcata è quella delle scarpe distribuite dalle grandi catene di abbigliamento internazionali. Qui, spesse volte il design è gradevole, insomma sono scarpe che fanno figura ma se le prendi in mano o peggio se provi ad indossarle ti rendi subito conto del motivo per cui costano così poco:

plastica pura o imitazioni di pellami, molto rigide… calli e vesciche assicurate!

Tutte queste scarpe sono realizzate all’estero e i materiali di cui sono fatte (anche se vera pelle) contengono una serie di veleni (dai collanti, ai coloranti a fissatori del colore) che possono realmente mettere a repentaglio la tua salute o quella dei tuoi figli (se gliele fai indossare)

Anche le semplici ciabatte di gomma colorate sono ampiamente sospettate di rilasciare tali sostanze.

E i controlli?

Quelli non ci sono.

Arrivano i container nel porto, vengono scaricati e le merci indirizzate nei magazzini degli importatori.

Ti ricordo, che la pelle è il nostro organo più esteso e EMETTE E ASSORBE.

Emette il sudore e assorbe le sostanze chimiche con cui viene a contatto.

Tra parentesi un’altra cosa su cui bisogna stare super attenti sono i prodotti per l’igiene: Saponi, creme deodoranti…anche con quelli si rischia di assorbire pericolosissime sostanze chimiche.

Una veloce considerazione anche sulla struttura anatomica: è molto importante perché se la scarpa non è ben bilanciata, ad ogni passo che fai vai a sollecitare in malo modo le vertebre e quindi la schiena e questo a lungo andare provoca danni anche da questo punto di vista

Quindi è logico che se ci tieni alla tua salute, alla tua immagine e ti consideri una persona di un certo spessore devi stare distante anni luce da questi prodotti e premiarti con qualcosa di più importante.

 

Qui potresti dirmi “ma io più di 100 euro non spendo…mica li trovo sotto i ponti i soldi”

Certo, capisco perfettamente il tuo pensiero, ma prova a considerare il concetto di “investimento”

Ovvero, se spendi un po’ di più, acquisti una scarpa migliore che ti durerà di più e non ti procurerà fastidi. In genere un’ottima scarpa, negli anni costa meno di una mediocre.

 

SCARPE DI FASCIA MEDIA

 

Le scarpe di fascia media costano in media tra i 100 e i 140 euro. Anche questo tipo di scarpe, difficilmente sono fatte in Italia anche se alcuni brand sbandierano il Made in Italy.

Anatomicamente sono fatte un po’ meglio, la qualità dei materiali è sempre mediocre. I pellami sono spesso ricoperti, verniciati o croste per non far vedere il fiore della pelle.

Chiaramente sono da preferirsi alle precedenti ma dal punto di vista estetico è forse la fascia prodotto più banale. Scarpe, stivali, sandali molto industriali, senza quel tocco di originalità.

Questo perché sono prodotti fatti per la massa, in grande numero e quindi logicamente devono avere il gusto “medio” per colpire la persona media…ecco perché sono così “grige”.

Io dico che sono le classiche scarpe da impiegato di banca. Uso questo stereotipo per indicare quelle persone che non danno importanza alla loro immagine, non la curano e si vestono in maniera un po’ trasandata.

In questa fascia si trovano alcuni dei brand più pubblicizzati e probabilmente più venduti

 

SCARPE DI FASCIA MEDIO ALTA

Le scarpe di fascia medio/alta costano in media tra i 150 e i 250 euro. Questa è la fascia di prodotto che conosco meglio e con cui da sempre lavoriamo.

Qui possiamo davvero sbizzarrirci. Dal prodotto artigianale, realizzato a mano. Al prodotto di marca di ottima qualità, sia per materiali che per forma.

Qui si possono anche trovare dei prodotti di ricerca, ovvero delle scarpe che danno originalità e importanza a chi le indossa. Inoltre, anche tenendo le scarpe per ore e ore i piedi vengono salvaguardati.

ATTENZIONE: non è tutto oro quello che luccica!

A volte anche in questa fascia di prezzo si possono beccare delle solenni fregature: infatti troviamo dei brand che propongono delle scarpe “mascherate” da belle scarpe, condite appunto con l’allure del marchio, ma che in realtà nascondono prodotti molto più economici costruiti all’estero.

Qui, sta nella bravura e nella competenza del negoziante EVITARE che tu possa spendere centinaia di euro per portare a casa un prodotto di scarsa qualità che ti farà imprecare ogni volta che lo indossi.

Ecco perché, oltre alla CONOSCENZA per la selezione è necessaria l’ETICA ( non pensare cioè solo ai facili guadagni) e restare sempre collegati con i clienti e verificare se si sono trovati bene con questo o quel prodotto. Una linea di scarpe che da problemi di calzata o di durata non può essere riproposta  e deve essere quanto prima scartata.

Accade questo? Non mi sembra. Nelle vetrine dei bei negozi vedo spesso dei pessimi prodotti sapientemente miscelati con altri molto buoni. Come faranno a consigliarti…mah!

Ti invito caldamente a leggere le etichette di composizione, che sono obbligatorie su ogni paio di scarpe.

Esse, certificano se il materiale con cuo è fatta la scarpa è sintetico, tessuto o vera pelle.

Puoi comprendere quindi, che le aziende “storiche” che trovi nel nostro negozio hanno superato anni e anni ti test e sono da considerarsi SICURE su tutti gli aspetti.

SCARPE DI FASCIA ALTA

Le scarpe di fascia alta o di firma costano in genere dai 3/400 euro in su. Questo alto costo può dipendere da svariati motivi. Il primo è il posizionamento del brand. Cioè, se la tale firma è considerata di lusso, per mantenere questa reputazione deve proporre dei prodotti di costo coerente.

Oltre alla marca, comunque, si pagano costi di ricerca, di pubblicità, di eventi e di sfilate.

Altre volte ci possono essere delle lavorazioni particolarmente pregiate o dei pellami esotici, tipo il pitone o il coccodrillo che giustificano prezzi molto elevati.

Chi acquista questo tipo di scarpe, più che il prodotto acquista la sensazione di prestigio ed esclusività che certi marchi regalano, quindi stare a sindacare se li valgono realmente o meno è del tutto superfluo.

 

CONCLUSIONI

 

La conclusione è che la scarpa è un elemento fondamentale del nostro guardaroba, sia per quanto riguarda il nostro prestigio, la nostra importanza sia per quanto riguarda la nostra salute.

E’ quindi fondamentale, a seconda delle possibilità economiche di ognuno, considerare la spesa per le scarpe un INVESTIMENTO. Ogni soldo che spendiamo deve restituirci molto di più. Ma per avere questo ritorno non ci si può affidare ai prodotti di basso livello, come ai negozianti o alle commesse non esperte che non hanno nemmeno la consapevolezza di quello che hanno in mano.

Quanto spendere per le scarpe, allora?

La soluzione è affidarsi a dei veri professionisti che selezionano le giuste scarpe e che soprattutto le sappiano adattare alle persone in base alle esigenze e alle caratteristiche del piede.

Aspetto un tuo commento, nel frattempo clicca sul link per vedere le scarpe che con tanta oculatezza abbiamo selezionato.