Saldi Truffa. Occhio a non Venire Coinvolto dai Soliti Professionisti della Fregatura e le 5 Strategie per Salvarsi

Saldi Truffa. Occhio a non Venire Coinvolto dai Soliti Professionisti della Fregatura e le 5 Strategie per Salvarsi

gennaio 2, 2016 4 Di Antonio Nuca

 

 

saldi truffaSaldi truffa? Ma Anto’ di cosa stai parlando?

Vedi, come ogni anno sta per ripartire la grande fiera dei saldi. Giornali e TV mettono in guardia i consumatori dalle varie truffe e scorrettezze che si possono trovare in giro per negozi.

Sinceramente sempre lo stesso servizio ogni anno..BASTAAAA!!!

Forse ci vorrebbe qualcuno che dall’interno ti sveli quelle che sono davvero le cose che devi tener d’occhio per non prendere “una sola” e i servizi che un punto vendita serio DEVE GARANTIRE anche durante i saldi.

Io passavo di qui….e casualmente vorrei dire la mia…:-)))

Ecco quelli che sono le principali insidie o disservizi:

  • Merce nuova, comprata apposta.
  • Prezzi gonfiati.    
  • Merce che non si cambia.    
  • Limitazioni utilizzo carte di pagamento.  
  • Servizio poco accurato e sbrigativo.

 

La prima cosa ingannevole che viene portata avanti da alcune attività commerciali (e quindi è contro la legge e l’etica) è quella di RIFORNIRSI di merce PER i saldi.

Quante volte te l’hanno detto nei servizi televisivi questo? MAI.

E dove sta il problema se uno si rifornisce di prodotto per i saldi, mi dirai tu?

Per prima cosa i saldi di fine stagione nascono per permettere di diminuire le scorte di magazzino e per fare questo si fanno degli sconti. Come al solito qualcuno ne approfitta…primo indizio di saldi truffa.


Acquista della merce di bassa lega, ne alza in maniera spropositata il prezzo e poi SIMULA uno sconto interessante.

Agli occhi dell’ignaro consumatore un affare…

Si! Solo per chi ha venduto.

Quindi il consiglio che ti do è di verificare che nei giorni immediatamente prima dei saldi, o durante, non compaia merce inedita…mai vista prima!

I saldi truffa ci sono anche quando  qualcuno  fa i giochetti alzando i prezzi alla vigilia…ma è retrovia…roba da poveretti. I vigili urbani quando hanno tempo (!) passano a fare le foto ai prezzi…e qualcuno lo beccano sempre.

Altra cosa che mi fa imbestialire è quando mi dicono oppure peggio trovo dei cartelli con scritto: LA MERCE IN SALDO NON SI CAMBIA.

Ma perché c’è gente che scrive delle cose simili?

Ma scusa…ti do i miei 100 euro, a casa mi accorgo che sta scarpa non la abbino bene…e tu non me la cambi???
Questo è un commercio da terzo mondo, non tiene conto che una persona ha diritto di avere un’esperienza soddisfacente quando entra in un negozio (beh..questo è il mondo che vorrei…)

La scarpa che hai scelto non ti piace? Va bene, sono a tua completa disposizione per cambiarla. Non trovi niente? Nessun problema. Ti faccio un buono e lo spendi quando vuoi per qualunque prodotto.

Ok? Mi pare che così vada meglio…

Non vorrei mai più sentire frasi tipo:


”Signora, ha comprato un pigiama… e nella mia infinità bontà glielo cambio con un altro pigiama”


“ma non c’è nessun altro pigiama che mi piace”


“mi dispiace, il pigiama si cambia solo con il pigiama”


Questa è una situazione che mi fa particolarmente arrabbiare perchè mi è capitata qualche anno fa proprio in un negozio di intimo e la trovo davvero demenziale.

Ho capito che dal punto di vista della legge, se non ci sono difetti, per quanto riguarda gli acquisti “dal vivo” non ho nessun obbligo di sostituzione, ma come si fa a non considerare, che chi ci sceglie deve essere contento di averci incontrato?

Quindi mi censuro, niente parolacce…ma quando succedono episodi simili, hai la facoltà di sfogarti in libertà e di cancellare quel punto vendita dai tuoi riferimenti.

In questo periodo anche i pagamenti elettronici devono essere sempre garantiti (anche qua qualche genio che si ostina a rifiutarli per la merce in saldo c’è ancora…come l’ultimo giapponese che combatte una guerra persa da anni)

Qui c’è da dire che le banche e le aziende di intermediazione applicano tariffe piuttosto elevate, molto piu’ che negli altri paesi europei…ma da qui a perdere la vendita e far imbufalire un cliente, ce  ne passa…

Altro aspetto delicato è la professionalità e l’accuratezza del servizio.

C’è chi pensa che siccome vieni in un periodo a prezzo ribassato, allora ti può trattare con superficialità, forse pensando che il cliente “saldi” valga di meno.

I consumatori che affollano i negozi durante i saldi hanno pari diritti, non è che va in saldo l’educazione e la professionalità e comunque una persona che si trova bene può sempre ritornare in qualunque periodo dell’anno.

Io direi di fermarci qua. Spero di averti dato qualche dritta con questo articolo perché tu scelga sempre per i tuoi acquisti negozi che sappiano soddisfare almeno questi livelli di rispetto per le persone.

Da parte nostra ecco cosa intendiamo quando in ogni cartellino in vetrina c’è scritto “saldi di qualità”.

  • la merce è solo quella di stagione.
  • i prezzi sono sempre tutti pubblicati sul sito e presenti in vetrina.
  • la merce può essere sostituita.
  • tutte le forme di pagamento sono benvenute.
  • il servizio è lo stesso di sempre.

 

 Se non vuoi più saldi truffa e vuoi verificare di persona le nostre promesse, ti aspettiamo in negozio oppure se non sei delle nostre parti puoi avere anche una bella esperienza on-line al sito www.calzaturenucca.it

 

p.s. vuoi raccontarci delle tue esperienze riguardo i saldi truffa?

E’ capitato anche a te qualche spiacevole situazione? Se ti fa piacere condividere sono qui che ti aspetto.