SCARPE DI PELLE. SONO TUTTE UGUALI OPPURE C’E’ QUALCHE SEGRETO CHE VUOI CONOSCERE PRIMA DI METTERCI IL TUO PIEDE DENTRO?

SCARPE DI PELLE. SONO TUTTE UGUALI OPPURE C’E’ QUALCHE SEGRETO CHE VUOI CONOSCERE PRIMA DI METTERCI IL TUO PIEDE DENTRO?

aprile 19, 2016 1 Di Antonio Nuca

 

scarpe di pelle

Quando compri un paio di scarpe di pelle, pensi che se sono di pelle…è sufficiente, oppure anche qui ci sono diverse qualità e diversi risultati che puoi ottenere?

Ti voglio raccontare un episodio, accaduto alcuni giorni fa, e che ci ha fatto toccare con mano, la grande differenza che esiste anche nel settore “pelle”.

 

In questi giorni, siamo spesso nella zona della riviera del brenta, dove, oltre ad esserci parecchie fabbriche di scarpe, ci sono anche molti uffici di rappresentanti.

In questi uffici (show room) sono esposte centinaia di collezioni di calzature. Il nostro lavoro è selezionare queste collezioni e scegliere i modelli che poi troverai nelle nostre vetrine la stagione successiva. Sostanzialmente facciamo come i giudici di “X Factor” che devono dire SI a chi ha certe qualità e NO a chi sembra interessante, ma sotto sotto c’è poco.

Lavoriamo con 6/7 mesi di anticipo rispetto alla stagione. Quindi a marzo si compra per l’inverno e a settembre si compra per l’estate successiva.

 

Ma non è questo il punto di cui ti volevo parlare oggi.

 

La cosa che ci è molto piaciuta e che ti voglio raccontare è stata quando, durante una visita, uno di questi rappresentanti, al quale ci lega un ottimo rapporto, ci ha voluto portare in una fabbrica della zona che non conoscevamo e che rappresenta da poco.

 

Dopo lunghi minuti di colonna, traffico bloccato…imprecazioni, (macchì me l’ha fatto fa…voglio la mammaaa…)giungiamo a destinazione.

Ci accoglie il proprietario, un signore molto gentile, vestito con un grembiule bianco sporco di colla e colore, che mi fa capire subito che è uno impegnato a lavorare in prima linea.

Dopo i primi convenevoli, ci parla di come lavorano le scarpe, ci fa vedere la manovia, (che è una specie di catena di montaggio dove le scarpe passo passo vengono costruite)

 

I suoi occhi brillano, ci mette davvero un sacco di enfasi. Sa di essere un vero artista.

 

A questo punto, visto il personaggio così appassionato e capace, mi viene l’idea di chiedere a lui informazioni riguardo i pellami che utilizza, e le sue idee riguardo le differenze tra le scarpe di pelle mediocri  e quelle di ottima qualità.

Devi sapere che un pensiero che fanno molte persone riguardo le scarpe è questo: “Ma insomma..sempre pelle è…eppure una scarpa costa 80 e una 200 euro…ma perché?”

Non so se te lo sei mai chiesto, ma poche persone sanno distinguere e capire perché una scarpa di pelle costa così diversamente da un altra.

Lasciando per un momento in disparte tutte le motivazioni di marketing (pubblicità, marchio…che spesso influiscono in maniera molto importante) quali sono le caratteristiche che rendono un pellame migliore di un altro.

 

Naturalmente, io la mia risposta ce l’ho, ma visto che siamo in presenza di una persona da decenni in prima linea insomma, un vero esperto, gli chiediamo i suoi segreti, così da poter condividere con te queste preziose informazioni.

 

Tornando al nostro fabbricante, risponde con un grande sorriso alla mia richiesta. Entra dentro il caveau (devi sapere che all’interno delle fabbriche le pelli sono custodite in vere e proprie cassaforti, grandi come stanze. D’altronde si parla di valori economici molto elevati)

Esce con un rotolo di pelle color cognac. Apre con maestria lo spago che la contiene e la srotola con orgoglio e amore.

“Vedi, questa è una pelle bellissima, a concia naturale. Un vitellino”. Si bagna il dito con un po di saliva, lo appoggia sulla pellame, che in brevissimo tempo assorbe il liquido.

 

“Vedi come assorbe. E’ una caratteristica che hanno i migliori pellami perché non hanno subito “coperture” con prodotti chimici e coloranti che servono a nascondere difetti o a far apparire belli dei pellami medio bassi”

Mi ha molto colpito. Sembrava carta assorbente. Tra l’altro, dopo pochi secondi, nessun segno o alone erano rimasti a ricordo del liquido.

Mi fece anche toccare quella pelle.

 

Guarda, non voglio fare paragoni esagerati, ma ti assicuro che è stato davvero piacevole, accarezzare un pellame così: morbido, rotondo, nello stesso tempo consistente.

 

Poi entra ancora in caveau ed esce con un pellame che lui definisce “medio”. Al tatto era tutta un’altra cosa. Piu secco, molto più liscio. Infatti anche la prova “saliva” è stata molto diversa.

La pelle, non assorbiva il liquido, che rimase li…quasi ad aspettare che qualcuno lo eliminasse con un fazzoletto.

 

Questo perché quel pellame era stato trattato con vari passaggi, che lo avevano reso comunque bello, ma che non avrà le stesse caratteristiche.

“allora, è sempre pelle, però questa non traspira”…

Poi sottovoce, quasi con imbarazzo, ci svela il segreto: “Questa pelle ci viene fornita da un noto marchio molto costoso, ma che io non metterei mai nelle mie scarpe…”

Mi sembra non servano altri commenti…

 

Altra cosa che influisce molto nella qualità del pellame è l’età dell’animale e la posizione da cui si prende la pelle.

 

Per quanto riguarda l’età, più è giovane l’animale meglio è (in linea generale, poi dipende se si fanno scarpe eleganti oppure scarpe da montagna…)

Nel senso che crescendo, i tessuti si ispessiscono e le pelli sono dunque più rigide, meno elastiche.

Per quanto riguarda la posizione, la schiena è la parte più pregiata, arrivando alla pancia, dove invece si trova la pelle meno adatta. Ricca di venature, un po’ stropicciata. Quindi non pregiata.

 

Un aspetto fondamentale che devi conoscere prima di acquistare le tue scarpe di pelle riguarda le fodere delle stesse.

Sembra a un primo sguardo una cosa del tutto secondaria (tanto, mica si vede…)

Invece la fodera, può determinare, quanto e forse più del pellame, la riuscita di un acquisto.

 

Naturalmente, deve essere di materiali naturali (c’è anche qualche eccezione….ma è un segreto). Una fodera in materiale sintetico, farà sudare il piede e darà problemi dal punto di vista batterico causando odori, funghi…(se non l’hai letto qui trovi il post che tratta l’argomento in profondità).

 

Ma il fatto che la fodera sia di pelle, non è sufficiente. Anche qui, abbiamo dei prodotti top, dei prodotti medi e prodotti economici.

 

Il prodotto economico per antonomasia è la fodera in maialino. La riconosci, perché si vede chiaramente il puntino da cui usciva il pelo, è un materiale piuttosto secco e con il sudore del piede spesso emana un caratteristico (e poco piacevole) odore.

 

Quando vediamo una scarpa con una fodera di maialino, non la prendiamo in considerazione per i nostri clienti, perché “comunica” un prodotto mediocre.

Una bella scarpa, ha una fodera in capretto. E’ un materiale molto leggero, brillante, che da morbidezza al pellame. Se poi è di alta qualità, permette una buona traspirazione.

Naturalmente, come molte altre cose preziose, una bella scarpa richiede anche un po’ di cura…proprio perché è un oggetto prezioso.

 

Quindi senza rifarti il discorso della pulizia e cura della scarpa ti rimando a un articolo che tratta proprio di questo argomento.

 

Come vedi, non è così banale e scontato scegliere le scarpe di pelle, sia per noi, sia per te che devi avere ben chiari gli aspetti più importanti.

 

E per questo che ti invito a scaricare la nostra GUIDA GRATUITA “Le 5 Cose Che Devi Assolutamente Sapere Prima di Acquistare le tue Prossime Scarpe”

Inserisci la tua migliore mail a fianco e riceverai un report che ti guida in questo difficile compito.

Se poi vuoi fare un giro nel nostro e-commerce puoi trovare il frutto delle nostre fatiche.

Alla prossima