SCARPE RIGIDE? COME TRASFORMARE UN CAVALLO SELVAGGIO IN UN RONZINO DOCILE E AMOREVOLE SENZA USARE LA FRUSTA MA SFRUTTANDO L’ESPERIENZA DEGLI AVI

SCARPE RIGIDE? COME TRASFORMARE UN CAVALLO SELVAGGIO IN UN RONZINO DOCILE E AMOREVOLE SENZA USARE LA FRUSTA MA SFRUTTANDO L’ESPERIENZA DEGLI AVI

marzo 9, 2016 0 Di Antonio Nuca

scarpe rigideDevi confessare la sorpresa nel sentir parlare di scarpe rigide, cavalli selvaggi e indomiti all’interno del nostro blog.

E poi quali argomentazioni ci possono essere per intrecciare questi elementi?

Fuori di metafora, il cavallo selvaggio è la scarpa che indossi per la prima volta alla prova in negozio. Molto spesso, a prescindere dalla qualità, la senti “selvaggia”, cioè non perfettamente adatta al tuo piede.

Magari ti batte un po’ in punta, oppure è un po stretta in larghezza o ancora la scarpa è rigida sul tallone.

Moltissime persone, provando una scarpa, mi dicono “se non sto bene subito, vuol dire che non fa per me!” …e devo dire che a volte sono d’accordo e non fiato.

Però è anche vero che dei veri professionisti hanno nel loro arsenale alcune armi molto potenti in grado di riuscire a ribaltare la situazione e trasformare quella scarpa “imbizzarrita e selvaggia in un docile e amorevole ronzino”.

Perchè il compito del vero consulente è quello di vedere un po’ oltre le apparenze e senza utilizzare scuse o promettere cose irreali, deve anche capire se quel problema è risolvibile con certezza e dare al cliente una soluzione reale.

E allora, se tutto questo è chiaro, seguimi. Vieni con me.

Ti porto idealmente nella nostra cantina. Nella cantina dove il mio nonno e il mio papà negli anni hanno accumulato fior di attrezzi (il nonno era costruttore, il papà ha sempre lavorato anche sulle modifiche delle scarpe).

Ti dico la verità, noi figli non siamo stati capaci di imparare a fare suole, tacchi e cuciture come i nostri avi, però siamo in grado di trattare a dovere una scarpa per farla diventare comoda e portabile grazie all’aiuto degli attrezzi di cui ti parlavo prima.

In linea di massima tutte le scarpe appena vendute hanno bisogno di essere un po’ maneggiate, ammorbidite perché durante la produzione, e l’inscatolamento ci sono delle procedure per cui la scarpa è rigida, cioè priva di pieghe, “perfettamente stirata” quasi fosse un oggetto artistico (e a volte, lo è).

 

Ecco quindi come facciamo a rendere “docile e amorevole” la tua scarpa.

martello e incudineLa prima cosa da fare è ammorbidire i talloni, specialmente i bordi. Nel bordo posteriore della scarpa spesso si trova una nervatura di bellezza. E necessario attraverso un sapiente massaggio renderla morbida.

In caso contrario, questa è la causa primaria delle famose vesciche.

Quindi, dopo averla ammorbidita con le mani, si passa all’utilizzo delle prime due armi:

Un’incudine e un martello da calzolaio.

L’incudine, è un pezzo di ferro molto pesante, con delle parti fatte a forma di piede.

Li si possono inserire i contrafforti delle scarpe (la parte rigida del tallone) e battere delicatamente col martello.

Questo martello affinché non tagli la scarpa è fatto con la battuta arrotondata.

Dopo alcuni colpi, anche il tallone più rigido è diventato un pezzo di burro.

Piccolo inciso: non è un male se il tallone è rigido. Se ben fatto, è in grado di sostenere la caviglia e di farti camminare in maniera più corretta. L’importante è che sia morbido il bordo superiore.

Altro problema che si verifica in negozio:

La scarpa provata è della misura giusta, sembra andare bene, ma il cliente non la sente comoda perché il dito alluce batte in alto. Ho detto in alto, non in fondo (nel caso sarebbe piccola)

Anche qui, ci viene incontro per risolvere la cosa uno straordinario attrezzo dei nostri avi.

Una speciale pinzona, che è in grado di alzare la punta. Questo perché l’attrezzo sfonda leggermente il puntale della scarpa e crea quel po’ di spazio che serve.

Il vantaggio è che non devi prendere un numero in più per stare bene. La scarpa più grande oltre a essere un po’ troppo lunga, probabilmente sarebbe anche troppo larga e quindi si deformerebbe facilmente e il piede non sarebbe contenuto al suo interno.

Penso che anche tu conosca quella spiacevole sensazione di “ballare” dentro la scarpa. Quello che ti ho descritto sopra è uno dei motivi per cui a volte si comprano le scarpe grandi . Una cosa che mi piace moltissimo è vedere l’espressione di alcune clienti, che dopo aver provato una decoltè e avermi detto che è piccola perchè battono in punta, la riprovano dopo che ho usato questa pinza. Stupite! La scarpa è comoda e perfettamente attaccata al piede. Il mezzo numero in più invece scalzava (il tallone non restava attaccato) a dimostrazione del fatto che non era un problema di misura.

Infine, se ci troviamo davanti un piede piuttosto largo, oppure un alluce valgo provvediamo ad allargare le scarpe sia in pianta, sul collo o anche facendo la forma della nocciola che ci troviamo davanti. Qui non si tratta di scarpe rigide. Si tratta di aiutare il piede a fare un po’ di spazio,

Per chi non è del mestiere,la cosa particolare, è che la forma che serve per allargare le scarpe è tutta in metallo forato. All’interno di questi fori possiamo inserire diversi stampini metallici di forma tonda che vanno a simulare delle “gnocchette”, che sono in grado di allargare esattamente dove serve.

Ecco che chi inserisce poi il suo piede trova già il posto dell’alluce valgo fatto, e avverte la scarpa subito comoda.

Abbiamo anche pinze, tenaglie, una fresa, e molti altri attrezzi, ma quelli più ricorrenti e risolutivi sono quelli che ti ho descritto prima.

Vorrei che quando entri in un negozio di una catena, un negozio di abbigliamento o un supermercato, verificassi se sono in grado di assisterti in questo.

Te lo dico io. NO, NEIN, NIET!

Ti dicono “Si signora, si allarga. Non si preoccupi…” e cose del genere. E lo sai come a volte va a finire.

Le scarpe rigide le metti una o due volte e poi non le metti più!

 

Motivo in più per affidarti a degli esperti. Esperti di scarpe.

Tutto a tua disposizione affinché la promessa che ti facciamo (farti camminare al meglio) possa essere rispettata.

Alla prossima.

P.s. Anche se acquisti online sul nostro sito è possibile richiedere gratuitamente il PROTOCOLLO RONZINO, cioè sara nostra cura eseguire tutte le operazioni necessarie per rendere la tua scarpa pronta da mettere senza rischiare vesciche.

Alla prossima.