SCARPE STRETTE. PERCHE’ QUELLE BELLE SCARPE NUOVE CHE IN NEGOZIO MI STAVANO COSI’ BENE OGGI SONO DIVENTATE UNA MORSA?

il PRIMO blog che ti guida all'acquisto perfetto

Dimmi la verità. Non ti è mai successo di trovarti con delle scarpe strette quando in negozio ti sembravano così comode?
In realtà capita abbastanza frequentemente che una cliente acquisti un bel paio di scarpe col tacco, le provi, ci faccia qualche passo e una volta verificato che il piede ci sta comodamente decide di acquistare.

Va alla cassa, paga, saluta e ringrazia.

La cosa strana è che il giorno dopo, il mattino la vediamo tornare in negozio con un’aria tra lo stupito e il disperato chiedendoci di cambiare il numero della scarpa,
di dargliene uno in più, perché a casa, quella scarpa così comoda provata in negozio il giorno prima era diventata una scarpa stretta, pronta a stritolarle il piede

Sembra tutto facile? Tutto risolto?
Neanche per sogno. Continua a leggere perché ti aspetta una sorpresa.

Con tutta la cortesia del caso, andiamo a prendere la scarpa della misura più grande.
E sai cosa succede quasi tutte le volte?
Che la misura più grande..E’ GRANDE!

E già qui, la cliente comincia a essere perplessa e spiazzata. Ma come è possibile?
Allora l’esperto negoziante gentilmente la invita a RIPROVARE le scarpe acquistate il giorno prima.

E sai che succede?

Quasi sempre entrano perfettamente e al piede stanno bene.

A quel punto le guance diventano rosse per l’imbarazzo…e scusandosi la cliente dice “Guarda a casa mi facevano un male…ora invece sto bene, non capisco”

Alla fine tutto questo equivoco è dovuto solo al fatto che manca un pezzo del puzzle, manca la consapevolezza di quel piccolo particolare che avrebbe rassicurato ed evitato ogni apprensione.
Lo vuoi conoscere anche tu?

E’ banale:  il piede…CAMBIA DIMENSIONE nell’arco della giornata e nell’arco delle stagioni.

IL PIEDE CAMBIA CON LE STAGIONI

Per quanto riguarda le stagioni è un fatto a tutti noto.
In linea di massima, con il caldo dell’estate, e specialmente con il fatto che si portano ciabatte infradito e sandali, i piedi si dilatano
e quindi a settembre, ogni anno, viviamo le “tragedie” di persone che hanno sempre portato il numero 38, ma che in questa misura non entrano più.
Quando poi arriva il fresco autunnale, il piede rientra e le scarpe acquistate in precedenza del numero in più sono diventate enormi.

Oppure, all’inverso, può capitare di innamorarsi di un sandalo a marzo, appena arrivato in negozio, provarlo ed acquistarlo.
Poi si lascia il sandalo nella scatola in attesa del caldo per indossarlo…e quando il caldo arriva, nel sandalo non ci si entra più!
E questo era il caso più semplice e conosciuto.

IL PIEDE CAMBIA IN BASE ALL’ORARIO

Invece più subdolo è il cambiamento che riguarda la differenza della dimensione dei piedi che abbiamo a seconda dei diversi orari della giornata

E’ opinione comune che le scarpe (specie quelle col tacco) vadano acquistate la sera, col piede più stanco e gonfio, alla fine di una lunga giornata lavorativa.
Sicuramente è corretto, ma non è sufficiente per evitare brutte sorprese come quelle della cliente protagonista di questa storia.
Questo perchè il momento della giornata in cui il piede è più gonfio (o voluminoso) è….IL MATTINO APPENA ALZATI

Lo sapevi?

Questo perché durante il riposo notturno le gambe sono distese e il piede non funge da pompa come quando si cammina.

Per cui, per circa un’ora dal momento in cui ci si alza dal letto, il piede è molto dilatato.
Ecco che, se sei entusiasta del tuo acquisto del giorno prima e non vedi l’ora di indossarlo appena sveglia per vedere che grande scelta hai fatto, scoprirai con stupore che in quelle scarpe o non ci entri, oppure se ci entri a fatica, sono scarpe strette.

Di conseguenza pensi: “Al negozio mi hanno dato un numero diverso, oppure, ieri sera avevo il piede troppo asciutto, oddio spero che me le cambino…”
Come hai visto, niente di tutto questo
Porta pazienza solo un po’ di tempo che il piede si “ricomponga” e potrai sfoggiare le tue scarpe nuove.

Naturalmente la dimensione del “gonfiore” è soggettiva e riguarda principalmente le scarpe nuove.

Nel senso che una volta portate qualche volta, se sono morbide, si dilatano naturalmente e possono accogliere anche il piede un po’ più gonfio
In ogni caso è bene acquistare delle scarpe in morbida pelle e lasciare un minimo di posto per far sì che il piede ci possa stare anche in caso di leggero gonfiore

IL TRUCCO DEL MEZZO SOTTOPIEDE 

A volte capita che a “certi piedi” particolarmente mutevoli, consigliamo di acquistare un mezzo numero in più.

A quel punto per far aderire bene il piede, consigliamo una mezza solettina in lattice e pelle. Questa va posta sotto l’avampiede e ha il compito di tenere il tallone ben appoggiato al sostegno della scarpa e di rendere più soffice il punto di appoggio del metatarso.

Inoltre, se ad esempio durante una cena il piede si gonfia (e questo capita molto spesso data la posizione sempre ferma e l’orario in cui si svolgono le cene) basta semplicemente che la persona si rechi in bagno, estragga le mezze solette dalle scarpe, le riponga nelle bustine e voilà…d’improvviso la scarpa è tornata comoda come a inizio giornata

E agli uomini questo non capita?

In realtà anche gli uomini sono soggetti allo stesso fenomeno di dilatazione e restringimento del piede…non siamo mica di razza diversa.
Diverse sono però le tipologie di scarpe che indossiamo
In genere hanno i lacci e di conseguenza le acquistiamo sempre con quel po’ di spazio in più e soprattutto sono regolabili in ampiezza

Naturalmente tutti questi problemi si possono evitare affidandosi per la scelta delle scarpe a dei veri esperti, a dei professionisti seri che capiscono di piedi e di scarpe e della loro problematica convivenza.

Se vuoi scoprire cosa gli esperti hanno selezionato clicca su questo link e se vuoi venire a trovarci per una consulenza personalizzata, contattaci qui!

A presto

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.